Family Smile

Le agevolazioni fiscali per il 2016 che lo Stato ha previsto per le famiglie e le persone a basso reddito

Scritto da Family Smile - giovedì, 4 febbraio, 2016

Volete conoscere quali sono le agevolazioni fiscali che lo Stato Italiano ha previsto per il 2016  per le famiglie e le persone a baso reddito? Di seguito l’elenco di tali agevolazioni con la spiegazione di cosa sono e a chi spettano.

Agevolazioni fiscali per il 2016 alle famiglie e alle persone a basso reddito

Lo Stato Italiano per aiutare le famiglie e le persone a basso reddito, ha stanziato per il 2016 alcuni aiuti economici. Di seguito l’elenco di tali agevolazioni fiscali valide per l’anno 2016, con la spiegazione in cosa consistono e a chi spettano.

Bonus bebè

Il bonus bebè è un assegno di 80 euro al mese (960,00 euro all’anno) per ciascun figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017 per la durata massima di 3 anni di età. Tale agevolazione è stata introdotta nel 2015 per le neomamme e famiglie adottive con ISEE sotto i 25mila euro mentre per le famiglie a basso reddito fino a 7mila euro l’importo dell’assegno è raddoppiato e passa da 80 a 160 euro. (v. anche bonus bebe i requisiti per richiederlo )

Family card

Con la nuova legge di stabilità 2016 è stata introdotta la nuova  family card 2016, che spetta a tutte le famiglie con almeno 3 figli minori a carico residenti in italia (sia cittadini italiani che stranieri) e con un basso reddito ISEE

Bonus libri

Il bonus libri spetta alle famiglie a basso reddito con figli che frequentano le scuole dell’obbligo per aiutarle nell’acquisto del materiale scolastico e di libri. Tale beneficio, è erogato e fissato dalla Regione di appartenenza.

Il congedo parentale

E’stato esteso dal Jobs Act il congedo parentale retribuito al 30%, dai tre ai sei anni del figlio (otto per le famiglie a basso reddito) e non retribuito dagli attuali otto anni del figlio a 12 anni. Si può chiedere anche a ore

Voucher baby sitter e asili nido

Con la legge di Stabilità 2016 i voucher baby sitter e asili nido vengono estesi anche alle madri lavoratrici autonome e alle imprenditrici, che avranno la possibilità di richiedere i buoni per l’acquisto di servizi di baby sitting oppure un contributo per fare fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati.

Sconti sulle bollette di casa

Sono agevolazioni fiscali previste per le famiglie a basso reddito che prevedono una riduzione o sconto in bolletta. I bonus confermati anche per il 2016 sono: bonus luce e gas e bonus acqua.

Riduzione del 50% del canone telefonico

Le famiglie a basso reddito possono richiedere sconti sul canone telefonico Telecom.

Esenzione canone RAI

La nuova legge di Stabilità 2016 prevede esenzioni dal pagamento del canone per chi ha più di 75 anni con reddito ISEE fino a 6.714,00 euro che aumenterà a 8.000 grazie ai maggiori introiti.

Esenzione riduzione tassa sui rifiuti

Per questa esenzione spetterà alle regioni stabilire chi ha diritto ad avere la riduzione o esenzione della tassa sui rifiuti, la nuova TARI.

Spese detraibili affitto

E’ un’agevolazione che consente di detrarre dalla dichiarazione dei redditi con modello 730 o Unico per le spese di locazione dell’abitazione principale per le famiglie a basso reddito.  Ci sono poi detrazione anche per i giovani sotto i 35 anni, giovani in affitto, contratti in cedolare secca, canoni di affitto terreni agricoli e per i lavoratori che si trasferiscono nel Comune in cui lavorano.

Assegno di maternità 2016 dello Stato

Possono usufruire di tale assegno le madri naturali o adottive ma anche padri che però siano lavoratori anche precari residenti in Italia, cittadini italiani, comunitari o extracomunitari. Però, le madri per poter usufruire di tale beneficio devono anche essere: lavoratrici con diritto all’indennità di maternità con tre mesi di contribuzione per maternità nel periodo compreso tra i 18 ed i 9 mesi precedenti la data del parto (o l’ingresso in famiglia del minore adottato/affidato); lavoratrici licenziate (o che hanno presentato le dimissioni) con tre mesi di contribuzione per maternità nel periodo compreso tra i 18 ed i 9 mesi precedenti la data del parto (o l’ingresso in famiglia del minore adottato/affidato); lavoratrici disoccupate che hanno fruito in passato di determinate prestazioni economiche (mobilità – disoccupazione ordinaria o con requisiti ridotti – CIGO o CIGS – malattia – maternità – ASU o LPU) a condizione che tra l’ultimo giorno della prestazione economica fruita e la data del parto (o ingresso in famiglia) non sia trascorso un periodo superiore a quello di godimento della prestazione stessa; in ogni caso, il periodo tra l’ultimo giorno di godimento della prestazione e la data del parto non può essere superiore a 9 mesi.

Assegno di maternità 2016 dei Comuni

E’ un contributo indirizzato alle madri disoccupate e casalinghe. La richiesta va presentata al Comune di residenza entro sei mesi dalla nascita del bimbo e dalla sua entrata in famiglia se adottato o preso in affido. Il beneficio è riconosciuto anche alle mamme extracomunitarie che, entro sei mesi dalla nascita del bambino, presentano la documentazione per la richiesta + permesso soggiorno.

Assegni nucleo familiare

L’agevolazione Assegni nucleo familiare, spetta ai lavoratori dipendenti pubblici e privati full time e part time, agli iscritti alla gestione separata, insegnanti, colf, lavoratori di ditte cessate o fallite.

Gli assegni familiari

Gli assegni familiari, invece, spettano ai lavoratori autonomi (coltivatori diretti, coloni e mezzadri, piccoli coltivatori diretti e  titolari delle pensioni a carico delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi).

Assegno terzo figlio

L’assegno terzo figlio, spetta ai nuclei familiari composto da almeno 3 figli minori.

Borse di studio e riduzioni delle tasse universitarie e del diritto allo studio

Da verificare con le singole Università.

 Sconto IMU TASI 2016

Questa agevolazione, è rivolta alle famiglie che aiutano genitori o figli concedendo loro un immobile come abitazione principale. Lo sconto che si applica è del 50% e per fruire dell’agevolazione occorre registrare all’Agenzia delle Entrate il contratto dell’immobile in comodato d’uso gratuito.

Esenzione ticket 2016

L’esenzione ticket è riconosciuta ai cittadini per basso reddito, gravidanza, patologie croniche, tumori, invalidità, diagnosi precoce dei tumori e test HIV.

Assegno congedo matrimoniale

Questa agevolazione, è un assegno che spetta a tutti i lavoratori che si sposano se in possesso dei requisiti INPS, ed è pari a 7/8 giorni di retribuzione da fruire entro 30 giorni successivi la data delle nozze.

Mutuo acquisto prima casa

E’ rivolto alle giovani coppie dove almeno uno dei due componenti non ha superato i 35 anni, famiglie con un solo genitore e figli minorenni, giovani sotto i 35 anni con contratto di lavoro atipico

Per maggiori informazioni o per sapere come e a chi richiedere tali agevolazioni,  o per farti aiutare nella compilazione della domanda, compila il form o contattaci inviando una email a info@familysmile.it

Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono

Oggetto (richiesto)

Messaggio (richiesto)

Informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs 196/2003
Dichiaro di aver letto l'informativa e sono consapevole che il trattamento dei dati è necessario per ottenere il servizio proposto. A tal fine, nel dichiarare di essere maggiorenne, fornisco il mio consenso.

Acconsento

 

 

Share on Facebook0Share on Google+2Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn3Email this to someone

Copyright © 2014-2015 Tutti i diritti riservati.

Family Smile associazione - CF 97804010581