Family Smile

Autovelox: niente multa se il segnale del limite di velocità non è posizionato anche dopo lo strumento di rilevazione della velocità situato dopo uno svincolo

Scritto da Family Smile - mercoledì, 2 luglio, 2014

Non incorre in infrazione e quindi non dovrà pagare la multa, il conducente che abbia superato il limite di velocità, se la segnaletica di tale limite sia stata posizionata solo prima dell’Autovelox e non anche subito dopo lo strumento di rilevazione della velocità situato dopo uno svincolo. A precisarlo l’ordinanza 11018/2014 della VI sezione civile della Cassazione. Contatta Family Smile per trovare una soluzione al tuo problema. Family Smile è raggiungibile telefonicamente al numero 06.3217380 oppure inviando una email a info@familysmile.it, o semplicemente cliccando sulla casella contatti

Il caso esaminato dall’ordinanza 11018/2014 della Corte di cassazione, riguarda il ricorso di un automobilista che si era visto recapitare una multa con l’autovelox in un tratto di strada dove il limite era di 50 Km, mentre lui andava a 60 Km, ma il cartello che poneva tale limite era posizionato solo prima dell’apparecchio rivelatore situato dopo uno svincolo. L’automobilista sosteneva, invece, che in base a quanto stabilito dall’articolo 104 del Regolamento del Codice della Strada (CdS), dopo una intersezione il segnale del limite di velocità avrebbe dovuto essere ripetuto, valendo altrimenti il limite ordinario previsto per il tipo di strada, fissato in 90 Km. Infatti il secondo comma dell’articolo 104 Reg.CdS stabilisce che “Lungo il tratto stradale interessato da una prescrizione i segnali di divieto e di obbligo, nonché quelli di diritto di precedenza, devono essere ripetuti dopo ogni intersezione. Tale obbligo non sussiste per i segnali a validità zonale”. Inoltre l’articolo 119 del Reg. CdS disciplina “i segnali che indicano la fine di un divieto” e al punto b) “il segnale fine limitazione di velocità”. Prevede che detto segnale “Deve essere usato ogniqualvolta si vogliano ripristinare i limiti generalizzati di velocità vigenti per quel tipo di strada. Qualora si voglia imporre un diverso limite di velocità inferiore ai limiti suddetti, in luogo del segnale fine limitazione di velocità deve essere usato il segnale limite massimo di velocità indicante il nuovo limite”.
Secondo la Suprema corte, infatti, “poichè, ai sensi dell’articolo 104 Reg. codice della strada, i segnali di divieto devono essere ripetuti dopo ogni intersezione, la limitazione di velocità imposta da un segnale precedente l’intersezione stessa viene meno dopo il superamento dell’incrocio, qualora non venga ribadita da nuovo apposito segnale; in mancanza di tale nuovo segnale, rivive la prescrizione generale dei limiti di velocità relativi al tipo di strada, salvo quanto disposto da segnali a validità zonale o da altre condizioni specifiche”. Quindi i Giudici di legittimità, accolgono il ricorso dell’automobilista e rinviano gli atti ad un altro giudice di merito per fargli riesaminare la questione tenendo in considerazione il sopra esposto principio di diritto.

 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someone

Copyright © 2014-2015 Tutti i diritti riservati.

Family Smile associazione - CF 97804010581