Large Image With Sidebar - Family Smile
16178
paged,page-template,page-template-blog-large-image,page-template-blog-large-image-php,page,page-id-16178,page-child,parent-pageid-1815,paged-22,page-paged-22,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Large Image With Sidebar

Dal 1° maggio 2015 le vecchie indennità di disoccupazione Aspi e mini-Aspi - introdotte dalla legge 92/2012 (cd. Riforma Fornero) e che continuano ad applicarsi per quei lavoratori che abbiano perso il proprio lavoro prima di tale data (v. articolo Indennità di disoccupazione Aspi e mini-Aspi ) - sono state sostituite con la nuova Prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego, più comunemente conosciuta con la sigla Naspi introdotta dalla legge 183/2014 (Jobs Act): una prestazione economica istituita con una nuova veste giuridica per i disoccupati.  Ma vediamo in cosa consistono questi nuovi cambiamenti (v. anche Naspi, Dis-Coll e Asdi).

La ex moglie collocataria dei figli, non potrà ottenere dal giudice della separazione l’assegnazione della casa familiare, se quest’ultima non è stata mai il centro di aggregazione della famiglia. Lo ha stabilito la sesta sezione civile della Cassazione con l’ordinanza n. 22581/2015. Per una qualificata assistenza, compila il form o invia una email a info@familysmile.it  

Attenzione a chi presta la macchina a terze persone: la responsabilità della circolazione del proprio veicolo da parte del proprietario si manifesta non solo nei confronti della pubblica amministrazione per le sanzioni, ma anche nei confronti dei terzi per i danni. A ricordarlo sono due recenti decisioni della Cassazione: ordinanza 12568/2015 e sentenza 19380/2015 depositata il 30 settembre. Per una qualificata assistenza, compila il form o invia una email a info@familysmile.it 

Se l’attività lavorativa è svolta fuori dall’azienda, il datore di lavoro può controllare il proprio dipendente, durante l’orario di lavoro, attraverso il sistema G.P.S. Lo ha precisato la Cassazione con la sentenza 20440/2015, depositata il 12 ottobre. Per una qualificata assistenza, compila il form o invia una email a info@familysmile.it 

La multa presa per aver risposto al telefono mentre si era alla guida della propria autovettura, potrà essere annullata se si dimostra che la telefonata è stata talmente urgente da potersi ravvisare lo stato di necessità previsto dalla legge 689/81. E’ quanto stabilito dal Giudice di Pace di Perugia, sezione civile, con la sentenza n. 507/14. Per una qualificata assistenza, compila il form o invia una email a info@familysmile.it 

Le lavoratrici dipendenti vittime di violenza, potranno usufruire di un periodo di congedo dal lavoro. Infatti, anche se in via sperimentale solo per l’anno 2015, con il Jobs Act è stato introdotto un particolare tipo di congedo proprio per le lavoratrici dipendenti vittime di maltrattamenti, a condizione però che siano inserite in programmi e/o percorsi di protezione debitamente certificati dai servizi sociali del Comune di residenza o dalle Case di rifugio o dai Centri antiviolenza sia pubblici che privati. Per maggiori informazioni sulle modalità di richiesta e di utilizzo di tale congedo, compila il form in fondo alla pagina o scrivi a info@familysmile.it