Celiachia | Family Smile
602
post-template-default,single,single-post,postid-602,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Celiachia: in aumento nei bambini

Celiachia: in aumento nei bambini

Se volete effettuare un controllo su voi stessi o suo vostri bambini contattate Family Smile. I nostri esperti seguiranno la vostra situazione con professionalità e prezzi convenienti. Family Smile è raggiungibile telefonicamente al numero 06.3217380 oppure inviando una email ainfo@familysmile.it, o semplicemente cliccando sulla casella contatti

 

Secondo un recente studio pubblicato su Journal of Pedriatic Gastroenterology and Nutrition, cresce il numero di bambini affetti da celiachia in tutto il mondo. Si tratta di una lieve patologia, curabile con una semplice dieta, che prevede l’intolleranza permanente di cibi che contengono il glutine. Per evitare delle autodiagnosi fatte in casa, tuttavia gli esperti suggeriscono di effettuare una visita di controllo soprattutto nelle persone che hanno già dei caso in famiglia o laddove si riscontrino malattie di tipo autoimmune. Si consiglia altresì di consultare un medico per le persone con sindrome dell’intestino irritabile.
I sintomi della celiachia sono generici e poco precisi, ecco perché spesso è difficile diagnosticarla tempestivamente. I più tipici sono: l’arresto della crescita nei bambini durante lo svezzamento, oppure dissenteria e gonfiore addominale, o debolezza, perdita di peso e turbe dell’umore. Esiste però anche la celiachia atipica con sintomi che non interessano necessariamente la zona intestinale come ad esempio l’anemia, malassorbimento del calcio nelle ossa e la dermatite erpetiforme, oppure quella silente ossia asintomatica. Inoltre esistono casi di celiachia che presentano sintomi meno specifici come generici disturbi allo stomaco, una certa facilità alle fratture ossee, crampi muscolari e ferite alla bocca.
Alcuni soggetti affetti da celiachia, poi, riscontrano tra i sintomi una certa intolleranza allo zucchero contenuto nel latte e nei suoi derivati, sviluppando la cosiddetta intolleranza al lattosio che si va ad aggiungere a quella al glutine.
Il non rispetto della dieta priva di glutine in un soggetto affetto da celiachia porta ad un aumento delle probabilità di contrarre una delle tante forme di cancro, in particolare il linfoma intestinale.

No Comments

Post A Comment