Contratto di locazione a uso transitorio | Family Smile
1343
post-template-default,single,single-post,postid-1343,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Locazione breve a uso transitorio: un vantaggio per tutti. Requisiti e modalità di redazione. Contattateci

Contratto di locazione a uso transitorio

Locazione breve a uso transitorio: un vantaggio per tutti. Requisiti e modalità di redazione. Contattateci

Per non vincolarsi alla durata del classico contratto di locazione di quattro anni più quattro, è possibile sottoscrivere un accordo a uso transitorio di durata molto più breve ovvero da un mese a 18 mesi, purchè vi sia una esigenza transitoria ben individuata.

Che cos’è il contratto di locazione a uso transitorio

Il contratto di locazione a uso transitorio, è un accordo tra il locatore ed il conduttore, che prevede la possibilità di concedere in affitto un immobile a uso abitativo per un illimitato periodo di tempo e per un’esigenza transitoria specifica. Tipico esempio sono i contratti per esigenze abitative di studenti. La legge determina in modo tassativo la durata di questo contratto, che deve essere compresa tra un minimo di un mese e massimo 18 mesi, ritenendo nulla ogni altra previsione.  In questo tipo di contratto non è necessario dare disdetta, poiché l’affitto cessa automaticamente al termine del periodo stabilito. Qualora il conduttore voglia permanere, alla scadenza dovrà comunicare al locatore la sua intenzione in virtù del persistere delle ragioni di transitorietà. Nel caso in cui il conduttore non provveda a specificare il permanere delle cause di transitorietà, il contratto si rinnoverà ma secondo la disciplina ordinaria con durata di quattro anni più quattro.

Forma e contenuto del contratto di locazione ad uso transitorio

Il contratto di locazione ad uso transitorio, deve essere scritto utilizzando appositamente il modello predisposto dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture (Dm 30 dicembre 2002 All. C e D). Gli elementi che devono sussistere obbligatoriamente sono:

• Generalità delle parti;

• Descrizione dell’immobile;

• Indicazione dell’importo del canone;

• Modalità di versamento;

• Durata della locazione;

• Espresso riferimento all’esigenza transitoria provata con documenti allegati al contratto;

• Certificazioni energetiche

 Canone del contratto di locazione ad uso transitorio

Il corrispettivo della locazione a uso transitorio può essere determinato dalle parti, tranne che in alcune zone dove è determinato secondo accordi territoriali.

Se avete dubbi o volete maggiori chiarimenti contattate Family Smile. Family Smile ti aiuta a risolvere ogni tuo problema. Family Smile  non è un assistente virtuale né generico. Persone in carne e ossa, ti prenderanno per mano e ti aiuteranno a trovare la soluzione migliore. Sottoscrivendo la nostra tessera ti sarà offerta la prima consulenza gratuita e tutti i nostri servizi professionali a tariffe ridotte. Contattateci alle email g.briziarelli@familysmile.it e a.catizone@familysmile.itoppure cliccate sulla casella contatti oppure compila questo form con la tua richiesta. Sarai contattato il prima possibile.

Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono

Oggetto (richiesto)

Messaggio (richiesto)

Informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs 196/2003
Dichiaro di aver letto l'informativa e sono consapevole che il trattamento dei dati è necessario per ottenere il servizio proposto. A tal fine, nel dichiarare di essere maggiorenne, fornisco il mio consenso.

Acconsento

 

No Comments

Post A Comment