Family Smile

Lavoro: permessi retribuiti sia ai lavoratori con disabilità grave sia ai familiari che li assistono. In cosa consistono, a chi spettano, come richiederli e la loro validità

Scritto da Family Smile - venerdì, 6 febbraio, 2015

Sia i lavoratori affetti da disabilità grave, sia i familiari che assistono una persona con handicap in situazione di gravità, possono richiedere al proprio datore di lavoro, pubblico o privato, i permessi retribuiti. Lo prevede l’articolo 33 della legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate (legge 104/92 così come modificata dalla legge 53/2000, legge 183/2010 e dal D.Lgs 119/2011). Vediamo di seguito in cosa consistono tali permessi, chi può usufruirne, come richiederli e la loro validità.

In cosa consistono i permessi retribuiti per i disabili e per i familiari che li assistono

I permessi retribuiti ai sensi della legge 104/92 sono diversi asseconda di chi ne usufruisce. Infatti per il lavoratore disabile, si traducono in tre giorni di riposo al mese o, in alternativa, in riposi giornalieri di una o due ore. Per i genitori e i familiari lavoratori, invece, è necessario distinguere in base all’età dell’assistito:
• genitori con figlio disabile di età inferiore ai tre anni:
– diritto al prolungamento del congedo parentale previsto fino al compimento dell’ottavo anno di vita del figlio, per un periodo massimo di ulteriori tre anni, a condizione che il bambino non sia ricoverato a tempo pieno presso istituti specializzati, ovvero che, in caso di ricovero, sia richiesta dai sanitari la presenza del genitore;
– tre giorni di permesso mensile fruibili anche alternativamente;
– riposi orari di una o due ore per giorno a seconda dell’orario di lavoro.
La fruizione dei benefici non è cumulativa.
• genitori con figlio disabile di età compresa tra i tre e gli otto anni:
– diritto al prolungamento del congedo parentale previsto fino al compimento dell’ottavo anno di vita del figlio, per un periodo massimo di ulteriori tre anni, a condizione che il bambino non sia ricoverato a tempo pieno presso istituti specializzati, ovvero che, in caso di ricovero, sia richiesta dai sanitari la presenza del genitore;
– tre giorni di permesso mensile fruibili anche alternativamente ma non anche riposi orari
• genitori, coniuge e parenti di disabile maggiorenne:
– tre giorni di permesso mensile.
Anche in assenza di una specifica norma sul preavviso, qualora i permessi siano richiesti tempestivamente al datore di lavoro, questi non può legittimamente rifiutarli. Invece, per quanto riguarda la frazionabilità in ore dei permessi giornalieri da parte dei familiari, nel silenzio del legislatore, si deve ritenere che non possa essere accordata nel caso in cui determini problemi di natura organizzativa per l’impresa o l’amministrazione.

Chi può richiedere i permessi retribuiti

I permessi retribuiti possono essere richiesti al proprio datore di lavoro, pubblico o privato, da:
disabili con contratto individuale di lavoro dipendente: sono inclusi anche i lavoratori in modalità part-time, sono invece esclusi i lavoratori autonomi e quelli parasubordinati, i lavoratori agricoli a tempo determinato occupati in giornata, i lavoratori a domicilio e quelli addetti ai lavoro domestici e familiari;
genitori lavoratori dipendenti: madre e/o padre biologici, adottivi o affidatari di figli disabili in situazione di gravità anche non conviventi;
coniuge lavoratore dipendente: resta attualmente escluso il convivente more uxorio anche se in proposito sono stati sollevati dubbi di legittimità costituzionale, da ultimo con ordinanza del 15/09/2014 del Tribunale di Livorno;
parenti o affini entro il II grado lavoratori dipendenti: figli, nonni, nipoti, fratelli, suoceri, generi, nuore, cognati del soggetto disabile con lui conviventi;
parenti o affini entro il III grado lavoratori dipendenti: zii, nipoti, bisnonni, bisnipoti nel caso in cui genitori o coniuge siano ultrasessantacinquenni ovvero in caso di mancanza, decesso o patologie invalidanti degli altri soggetti sopra individuati.

Come presentare la domanda per richiedere i permessi retribuiti

Per poter beneficiare di tali permessi, è necessario presentare specifica domanda sotto forma di autocertificazione specificando le condizioni personali o quelle del familiare assistito (dati personali; relazione di parentela, affinità o coniugio; stato di handicap). Nel settore pubblico le domande sono esaminate dai dirigenti dell’amministrazione di riferimento). Nel settore privato, inoltre, è necessario che la disabilità risulti dall’apposito verbale compilato a cura dell’INPS su domanda dell’interessato e previa visita medica di verifica. La richiesta di permesso, inoltre, deve essere trasmessa per mezzo di specifici moduli predisposti.

Validità della domanda per richiedere i permessi retribuiti

La domanda di permesso retribuito, che deve contenere l’indicazione dello specifico permesso di cui si intende usufruire, ha validità a partire dalla data di presentazione e non scade al termine dell’anno solare. Inoltre, eventuali variazioni delle notizie o delle situazioni autocertificate nel modello di richiesta, devono essere comunicate entro trenta giorni.

Se avete dubbi o volete maggiori chiarimenti contattate Family Smile. Family Smile ti aiuta a risolvere ogni tuo problema. Family Smile  non è un assistente virtuale né generico. Persone in carne e ossa, ti prenderanno per mano e ti aiuteranno a trovare la soluzione migliore. Sottoscrivendo la nostra tessera ti sarà offerta la prima consulenza gratuita e tutti i nostri servizi professionali a tariffe ridotte. Contattateci alle email g.briziarelli@familysmile.it e a.catizone@familysmile.itoppure cliccate sulla casella contatti oppure compila questo form con la tua richiesta. Sarai contattato il prima possibile.

Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono

Oggetto (richiesto)

Messaggio (richiesto)

Informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs 196/2003
Dichiaro di aver letto l'informativa e sono consapevole che il trattamento dei dati è necessario per ottenere il servizio proposto. A tal fine, nel dichiarare di essere maggiorenne, fornisco il mio consenso.

Acconsento

Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someone

Copyright © 2014-2015 Tutti i diritti riservati.

Family Smile associazione - CF 97804010581