Disturbi alimentari|Family Smile
269
post-template-default,single,single-post,postid-269,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Disturbi alimentari: nesso di causalità tra l’aumento del tasso di obesità nei giovani e i pasti fuori casa

Disturbi alimentari: nesso di causalità tra l’aumento del tasso di obesità nei giovani e i pasti fuori casa

Per assistenza e maggiori informazioni scrivi a Family Smile nella casella contatti oppure invia una e-mail a info@familysmile.it.
Family Smile è anche raggiungibile telefonicamente al numero 06.3217380

Pubblichiamo i risultati di uno studio realizzato dall’AIDAP, Associazione Italiana disturbi dell’alimentazione e del peso (questo è il link all’articolo completo a cura di Lucia Camporese e Diana Soligo – AIDAP Padova  I GIOVANI E I PASTI FUORI CASA. CAMBIO DI ABITUDINI E ASSOCIAZIONE TRA I NUOVI MODELLI DI ASSUNZIONE DEI PASTI E INCREMENTO DI PESO ), che dimostra come il cambiamento dello stile di vita generale che sta portando a consumare più pasti fuori casa, sia legato al contemporaneo aumento del tasso dell’obesità soprattutto tra i giovani.
Infatti dallo studio condotto su un gruppo di 61 ragazzi (19 maschi e 42 femmine) di età compresa tra i 16 e i 17 anni, ai quali è stato sottoposto un questionario riguardo alle loro abitudini nel consumo dei pasti fuori casa, è stata riscontrata una predilezione per questi ultimi soprattutto di pizza, panini, piadine, toast e tramezzini consumati principalmente nei bar ma anche nelle pizzerie e fast food, rispetto alle precedenti generazioni.

No Comments

Post A Comment