La gelosia morbosa è reato di maltrattamenti
1847
post-template-default,single,single-post,postid-1847,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

La gelosia morbosa verso l’altro coniuge è reato di maltrattamenti

gelosia morbosa, maltrattamenti in famiglia, violenza domestica

La gelosia morbosa verso l’altro coniuge è reato di maltrattamenti

Condizionare il coniuge nella vita quotidiana e nelle scelte lavorative, sottoponendolo a continue vessazioni, rientra nel reato di maltrattamenti in famiglia ex articolo 572 c.p. E’ quanto affermato dalla Cassazione nella sentenza 20126/15 pubblicata il 14 maggio 2015, dove i giudici della sesta sezione penale hanno sottolineato come “assillare costantemente il coniuge con continui comportamenti ossessivi e maniacali ispirati da gelosia morbosa” concretizzi tale ipotesi di reato.

Se volete alcuni consigli utili per riconoscere e tutelarsi dalla violenza domestica visitate la nostra pagina dei servizi sulla Violenza domestica 

 

No Comments

Post A Comment