Nuovo regime dei minimi, Legge di Stabilità 2015|Family Smile
1310
post-template-default,single,single-post,postid-1310,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Legge di stabilità 2015: novità riguardo al regime dei minimi

Legge di stabilità 2015: novità riguardo al regime dei minimi

L’articolo 9 della “Legge di stabilità 2015” approvata in questi giorni, prevede una revisione del trattamento fiscale per i cosiddetti contribuenti minimi, cioè per quei lavoratori autonomi dotati di partita Iva con fatturato annuo al di sotto di determinate soglie. Ecco in breve le novità.

Regime dei minimi: eliminazione del vincolo legato all’età massima del contribuente e della durata massima dell’applicabilità del regime

Tra le novità più rilevanti troviamo sia  l’eliminazione del vincolo legato all’età massima del contribuente (non sarà più, infatti, al di sotto dei 35 anni come, invece previsto dall’attuale “regime per l’imprenditoria giovanile”) e  sia l’eliminazione della durata massima dell’applicabilità del regime (attualmente fissata in 5 anni).

Regime dei minimi: aumento dell’aliquota

L’aliquota unica forfettaria di contribuzione viene triplicata. Si passerà, infatti, dall’attuale 5% al previsto 15%. La soglia massima di reddito da rispettare per accedere al nuovo trattamento fiscale è differenziata in base al settore di attività del lavoratore autonomo (codici ATECO), e varia dai 15.000 euro per i liberi professionisti (architetti, ingegneri, etc.) ai 40.000 euro previsti per i commercianti.
Il reddito imponibile, su cui graverà l’imposta sostitutiva di IRPEF/IRAP, verrà determinato applicando ai ricavi/compensi (al netto dei contributi previdenziali) uno specifico coefficiente di redditività, anch’esso parametrizzato al settore professionale.

Esclusione del nuovo regime dei minimi dal meccanismo degli studi di settore

Un’altra novità riguarda l’esclusione del nuovo regime dei minimi dal meccanismo degli studi di settore, anche se al riguardo, sia previsto un futuro provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate riguardante alcuni adempimenti di carattere informativo.

Se avete dubbi o volete maggiori chiarimenti contattate Family Smile. Family Smile ti aiuta a risolvere ogni tuo problema. Family Smile  non è un assistente virtuale né generico. Persone in carne e ossa, ti prenderanno per mano e ti aiuteranno a trovare la soluzione migliore. Sottoscrivendo la nostra tessera ti sarà offerta la prima consulenza gratuita e tutti i nostri servizi professionali a tariffe ridotte. Contattateci alle email g.briziarelli@familysmile.it e a.catizone@familysmile.itoppure cliccate sulla casella contatti oppure compila questo form con la tua richiesta. Sarai contattato il prima possibile.

Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono

Oggetto (richiesto)

Messaggio (richiesto)

Informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs 196/2003
Dichiaro di aver letto l'informativa e sono consapevole che il trattamento dei dati è necessario per ottenere il servizio proposto. A tal fine, nel dichiarare di essere maggiorenne, fornisco il mio consenso.

Acconsento

 

No Comments

Post A Comment