Family Smile

Licenziamento: legittimo se il dipendente utilizza facebook e internet per uso personale durante l’orario di lavoro

Scritto da Family Smile - venerdì, 17 ottobre, 2014

E’ legittimo il licenziamento del lavoratore che durante le ore di lavoro utilizza facebook e internet per uso personale. Lo ha stabilito il Tribunale di Milano con l’ordinanza 6847/2014.

Il giudice del Lavoro di Milano con ordinanza 6847/2014 ha rigettato il ricorso di un dipendente che era stato licenziato dalla propria azienda per violazione dei doveri di diligenza, correttezza e buona fede nell’esecuzione della prestazione lavorativa, rottura del rapporto fiduciario e lesione dell’immagine aziendale perché, durante l’orario di lavoro, aveva scattato foto ritraenti sia lui che alcuni colleghi e le aveva postate su facebook con commenti poco carini sul loro datore di lavoro e, inoltre, aveva visitato, sempre durante le ore lavorative, siti di carattere pornografico. Le motivazioni che hanno spinto il datore di lavoro a licenziare il dipendente, sono state appoggiate dal Tribunale di Milano che nel confermare il licenziamento del lavoratore, ha sottolineato che tali condotte realizzano “un’evidente violazione dei più elementari doveri di diligenza, lealtà e correttezza“, e, con riferimento alle espressioni ingiuriose nei confronti dell’azienda contenute nel profilo Facebook pubblico, che esse determinano una lesione dell’immagine aziendale; inoltre la navigazione su siti pornografici in orario di lavoro è un comportamento idoneo, sempre secondo i giudici, “anche di per sé solo considerato”, a determinare un’irrimediabile lesione del vincolo fiduciario, anche perché realizzato durante l’orario di lavoro, con conseguente interruzione della prestazione. Il dipendente ha tentato, invano, di difendersi affermando che terze persone si sarebbero impossessate delle sue credenziali dell’account Facebook e avrebbero poi commentato in maniera offensiva il datore di lavoro, mentre sull’accesso ai siti porno ha sostenuto che non solo lui ma anche altri dipendenti avevano accesso al suo computer. I giudici di merito, però, hanno dato ragione al datore di lavoro, considerando legittimo il licenziamento per un comportamento che aveva screditato l’immagine dell’azienda creando un frattura irreversibile circa il rapporto fiduciario.

Family Smile ti aiuta a risolvere ogni tuo problema. Family Smile non è un assistente virtuale né generico. Persone in carne e ossa, ti prenderanno per mano e ti aiuteranno a trovare la soluzione migliore. Sottoscrivendo la nostra Tessera ti sarà offerta la prima consulenza gratuita e tutti i nostri servizi professionali a tariffe ridotte. Contattateci alle email g.briziarelli@familysmile.it e a.catizone@familysmile.it oppure cliccate sulla casella contatti

 

 

Share on Facebook0Share on Google+2Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someone

Copyright © 2014-2015 Tutti i diritti riservati.

Family Smile associazione - CF 97804010581