Family Smile

Minori e viaggi: i documenti validi per l’espatrio e come procedere per richiederli

Scritto da Family Smile - mercoledì, 19 marzo, 2014

Per assistenza e maggiori informazioni scrivi a Family Smile nella casella contatti oppure invia una email a info@familysmile.it.
Family Smile è anche raggiungibile telefonicamente al numero 06.3217380

Sono ormai due anni, dal 26 giugno 2012, che tutti i minori, dai 0 ai 18 anni di cittadinanza italiana, per viaggiare in Europa e all’estero devono essere in possesso di un documento personale: passaporto o carta d’identità valida per l’espatrio (estesa quest’ultima, ai minori sotto i 15 anni di età dal decreto legge 70 del 13 maggio 2011).
Non sono più valide, quindi, le iscrizioni di questi ultimi sul passaporto dei genitori che, però, rimarrà valido fino alla naturale scadenza per il proprio titolare.
Nel documento personale del minore, inoltre, è obbligatorio inserire il nominativo dei genitori per agevolare e semplificare i controlli alle frontiere.

Passaporto
Ai minori è rilasciato il nuovo passaporto con microchip, ma solo dal compimento dei 12 anni di età possono essere acquisite le impronte e la firma digitalizzata. Sono invece inseriti i dati anagrafici dei genitori.
Per richiedere il passaporto per il figlio minore è necessario: l’assenso di entrambi i genitori (coniugati, conviventi, separati, divorziati) e che il minore sia cittadino italiano.

Durata del documento
Sia per il passaporto che per la carta d’identità valida per l’espatrio, la durata varierà a seconda dell’età del minore:
3 anni per i minori di 3 anni;
5 anni per i minori dai 3 ai 18 anni;
10 anni per i maggiori di 18 anni.
I passaporti individuali con durata decennale rilasciati ai minori anteriormente alla data di entrata in vigore della nuova normativa sono validi fino alla loro naturale data di scadenza.

Età minima per l’espatrio senza accompagnamento
Fino al compimento dei 14 anni i minori italiani non possono viaggiare da soli sia all’interno dell’Unione Europea sia per destinazioni extra UE. I genitori, infatti, dovranno sottoscrivere un modulo per l’affidamento del proprio figlio a un accompagnatore da presentare all’ufficio passaporti della Questura per la relativa convalida (tale modulo si potrà ritirare in Comune, in Questura o scaricare dal sito del Comune di residenza).

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someone

Copyright © 2014-2015 Tutti i diritti riservati.

Family Smile associazione - CF 97804010581