Family Smile

pensioni inps tagli alle pensioni d'oro pensioni anticipate

Alcune novità rilevanti e gli ultimi aggiornamenti sui trattamenti previdenziali e un aiuto concreto, da parte dei nostri esperti, per risolvere tutti i tuoi dubbi.

 

 

pensioni, rimborsi, pensionati Rimborsi alle pensioni: al via dal primo agosto

Dal primo agosto 2015, partiranno ufficialmente i rimborsi alle pensioni così come deciso dal governo Renzi a seguito della sentenza della Corte costituzionale. E’ stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge di conversione del decreto rimborsi, legge 109/2015.

Per maggiori info e per un aiuto concreto da parte dei nostri esperti, potrai compilare il form in fondo alla pagina.

 

 

pensioni, simulatore , inpsDa maggio si potrà conoscere in anticipo la propria pensione con il simulatore dell’Inps

A partire dal 1° maggio 2015, sul sito dell’Inps, sarà possibile effettuare la simulazione di quanto si percepirà di pensione. Attraverso pochi passaggi, il lavoratore arriverà al proprio conto contributivo e qui potrà verificare se ci siano anomalie ed errori e segnalarli. Andando avanti, poi, l’utente giungerà alla previsione base, dove gli verranno fornite le date per l’accesso alla pensione di vecchiaia e alla pensione di anzianità, gli importi mensili lordi dei rispettivi assegni e il confronto con l’ultima retribuzione stimata. Ovviamente l’utente verrà avvisato che si tratta di una simulazione che potrà cambiare sia in base a fattori che riguardano la vita lavorativa (cambio di attività, periodi di disoccupazione, eccetera) sia per elementi esterni (andamento dell’economia, evoluzione delle aspettative di vita medie, ecc.).

 

 

pensioni d'oro, tagli, novitàAlt alle pensioni d’oro: una circolare dell’Inps rende operativa la norma sul tetto massimo

E’ operativo, grazie alla circolare n. 74/2015 dell’Inps di qualche giorno fa, il tetto sulle pensioni d’oro introdotto dalla legge di Stabilità a partire dall’1° gennaio 2015. Chi ha percepito di più, dovrà restituire i soldi. E’ questa l’estrema sintesi della norma resa operativa dalla circolare dell’Inps, secondo la quale l’importo complessivo del trattamento pensionistico “non può eccedere quello che sarebbe stato liquidato con l’applicazione delle regole di calcolo vigenti prima della data di entrata in vigore del decreto legge n. 201/2011”.

 

 

pensione, pensione anticipata novitàLa pensione anticipata

La pensione anticipata è il trattamento previdenziale che può essere conseguito a prescindere dall’età anagrafica. Con soli 15 anni di contributi si potrà accedere al trattamento pensionistico anticipato. E’ una delle rare eccezioni previste dalla Riforma delle Pensioni Monti-Fornero. Si tratta, per la precisione, di una deroga stabilita dalla vecchia “legge Amato” e considerata dall’Inps ancora applicabile (circolare n. 16 del 2013). Tale deroga, è però, poco conosciuta.

 I requisiti per accedere alla pensione anticipata

Possono fruire della pensione anticipata solo i dipendenti del settore privato. L’Inpdap, infatti, ha escluso esplicitamente i dipendenti pubblici. Sono poi necessari 15 anni di contributi, ossia aver accumulato 780 settimane di contributi effettivi da lavoro dipendente accantonati presso l’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) o presso fondi sostitutivi. Inoltre, oltre alla contribuzione effettiva, è necessario possedere, comunque, un’anzianità contributiva di 25 anni.

E’ necessario non confondere i due requisiti: mentre la contribuzione effettiva (cioè i 15 anni) corrisponde alle settimane di contributi versati (contano solo quelli da lavoro dipendente effettivamente accreditati), l’anzianità contributiva (cioè i 25 anni), o, più precisamente, assicurativa, decorre dal versamento del primo contributo previdenziale, a qualunque gestione effettuato, anche presso un Paese estero che abbia stipulato con l’Italia una convenzione in materia di sicurezza sociale.
Ultimo requisito per accedere all’agevolazioneè possedere almeno 10 anni non lavorati per intero, sempre in qualità di dipendente nel settore privato. Però tale requisito dell’annualità non lavorata interamente, non va confuso con la presenza, all’interno dello stesso anno, di meno di 52 settimane accreditate.

 

Se hai dubbi o vuoi maggiori chiarimenti contatta Family Smile. Verificheremo la tua situazione con alta professionalità, per valutare insieme se sussistono i requisiti necessari per accedere ai vari trattamenti previdenziali, a prezzi molto contenuti. Family Smile, infatti, ti aiuta a risolvere ogni tuo problema. Sottoscrivendo la nostra tessera ti sarà offerta la prima consulenza gratuita e tutti i nostri servizi professionali a tariffe ridotte. Contattateci all’email info@familysmile.it o compila questo form con la tua richiesta. Sarai contattato il prima possibile.

 

Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono

Oggetto (richiesto)

Messaggio (richiesto)

Informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs 196/2003
Dichiaro di aver letto l'informativa e sono consapevole che il trattamento dei dati è necessario per ottenere il servizio proposto. A tal fine, nel dichiarare di essere maggiorenne, fornisco il mio consenso.

Acconsento

Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn1Email this to someone

Copyright © 2014-2015 Tutti i diritti riservati.

Family Smile associazione - CF 97804010581