Family Smile

Rapina per chi si impossessa del cellulare della fidanzata per leggere gli sms

Scritto da Family Smile - lunedì, 30 marzo, 2015

Scatta il reato di rapina per chi si impossessa del cellulare della fidanzata per leggere gli sms. Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza n. 11467 del 19 marzo 2015.

Un fidanzato geloso non può violare il diritto alla riservatezza, alla libertà e segretezza della corrispondenza e quello all’autodeterminazione nelle relazioni sociali, diritti costituzionalmente tutelati, sottraendo il telefono cellulare alla sua ex fidanzata per leggere e per mostrare al suocero i messaggi che la stessa riceveva da un altro soggetto. Per questo suo comportamento, i Supremi giudici della Cassazione lo hanno condannato a due anni e due mesi per il reato di rapina ex articolo 628 c.p.
La Cassazione, infatti, con la sentenza 11467/2015 ha stabilito che il comportamento dell’imputato integra il reato di rapina perché “nel delitto di rapina sussiste l’ingiustizia del profitto quando l’agente, impossessandosi della cosa altrui (nella specie un telefono cellulare), persegua esclusivamente un’utilità morale, consistente nel prendere cognizione dei messaggi che la persona offesa abbia ricevuto da altro soggetto, trattandosi di finalità antigiuridica in quanto, violando il diritto alla riservatezza, incide sul bene primario dell’autodeterminazione della persona nella sfera delle relazioni umane”.

Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someone

Copyright © 2014-2015 Tutti i diritti riservati.

Family Smile associazione - CF 97804010581