Tradimenti|Family Smile
330
post-template-default,single,single-post,postid-330,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Tradimenti: quando sono ammesse le investigazioni anche “fai da te” senza violare la privacy

Tradimenti: quando sono ammesse le investigazioni anche “fai da te” senza violare la privacy

Hai paura che il tuo partner ti tradisca, vorresti pedinarlo o utilizzare altri mezzi di spionaggio tipo istallare applicazioni per pc, applicazioni su cellulari o mettere un registratore in auto, ma vuoi conoscere fino a dove poterti spingere senza violare la sua privacy? Vuoi sapere se sms, messaggi sospetti su facebook o sulla sua email possano essere utilizzati come strumenti di prova? Contatta Family Smile per trovare una soluzione al tuo problema. Family Smile è raggiungibile telefonicamente al numero 06.3217380 oppure inviando una email a info@familysmile.it, o semplicemente cliccando sulla casella contatti 

La percentuale di uomini e donne che tradisce il proprio partner è molto alta. Quindi, se si sospetta che qualcosa non va nel matrimonio, se si è iniziato a notare dei cambiamenti repentini nel partner, e si vuole andare a fondo per cercare le prove attraverso investigazioni private o “fai da te”, è necessario però conoscere i limiti per non violare alcuni diritti fondamentali come quello alla riservatezza, alla libertà personale, all’inviolabilità del domicilio e della corrispondenza. Il matrimonio, infatti, anche se rappresenta un pò l’unione spirituale e materiale dei coniugi, non vale ad escludere il rispetto della privacy dei coniugi stessi. I diritti sopra menzionati, in quanto personalissimi, restano in capo a ciascuno di essi.
Non è facile capire i limiti. Spesso si agisce impulsivamente frugando tra la posta (sms, messaggini su facebook o sulla email personale), oppure mettendo un registratore in macchina o facendo pedinare il partner. Ma le prove che vengo raccolte possono poi essere utilizzate davanti al giudice senza incorrere in altri reati? Sicuramente le prove raccolte tramite investigatori privati autorizzati come ad esempio pedinare e scattare foto in ambiente pubblico e/o esposto al pubblico non violano la privacy della persona oggetto di indagine, mentre diverso è installare applicazioni per computer o cellulari o mettere un registratore in auto oppure pedinare il coniuge in ambienti privati. In conclusione, sono tante le possibilità che ha il coniuge per ricercare la prova del tradimento ma anche tanti limiti che dovrà rispettare e sui quali più volte anche i nostri Tribunali e la Cassazione sono intervenuti e che devono essere conosciuti prima di intraprendere questi tipi di iniziative per non incorrere, poi, in altri diversi  problemi.

No Comments

Post A Comment